L’avventura della scuola… in casa

“Prima eri tu che andavi a scuola ora è tutta la tua scuola che viene a casa nostra!”. Questa è la frase che mia sorella ha esclamato, piacevolmente divertita, dopo una settimana di lezioni online, fotografando così dal suo punto di vista l’attuale situazione del mio lavoro di maestra di Scuola Primaria.

Photo by Feliphe Schiarolli on Unsplash

In effetti questa nuova modalità ha dato la possibilità anche alla mia famiglia di “entrare in classe” e di conoscere un po’ più da vicino le persone e le situazioni che, prima, erano solo nomi o sporadici episodi che raccontavo rientrando a casa.

Ora, invece, da quando è iniziata “l’avventura” delle lezioni online alle 8.30 suona in casa la campanella (virtuale), cominciano le lezioni e anche loro possono godere delle piacevoli voci dei bambini che salutano dicendo: “buongiorno maestra!”.

Quando poi si prosegue vedendo l’alunna con la mano alzata sola nella sua stanza o si sente dire “sono appena arrivata perché non c’era la connessione, puoi ripetere il dettato?”, “Devo scrivere in rosso o in blu?”… si riscopre insieme il clima piacevole e giocoso di un’aula scolastica.

Anche questa mi sembra una bella esperienza di conciliazione lavoro e famiglia che questo strano periodo di quarantena ci sta dando la possibilità di vivere.

Da quando ci sono le lezioni online è iniziato, infatti, anche un nuovo rapporto di collaborazione da parte di tutti i membri della mia famiglia fatto di fondamentali aiuti tecnologici (visto che non ero certo un’esperta), di spunti per le lezioni e di consigli per coinvolgere sempre più gli alunni. Il dialogo familiare si è così decisamente arricchito con la possibilità di condividere veramente le esperienze lavorative degli uni e degli altri.

Insomma un bell’intreccio tra lavoro e famiglia che ha reso più vere e profonde le relazioni familiari e le relazioni scolastiche.

Carla

Share This