Benessere delle famiglie e conciliazione famiglia-lavoro

La giunta regionale del Veneto ha approvato le disposizioni attuative e i relativi criteri per la partecipazione a due bandi, finalizzati alla realizzazione di interventi per il miglioramento del benessere delle famiglie attraverso il coordinamento tra servizi e imprese, anche attraverso la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. I due bandi sono “Programmi locali dei tempi e degli orari” e “Programmi aziende family friendly e audit famiglia & lavoro”.

Lo stanziamento complessivo è di 1,5 milioni di euro. «La Regione del Veneto – sottolinea l’assessore regionale ai Servizi sociali, Remo Sernagiotto – ha individuato le azioni e gli impegni da assumere sulla base dell’intesa tra governo, Regioni e autonomie locali sul documento ‘Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro 2012’. In esso viene sottolineata la necessità di potenziare le politiche che accompagnano la famiglia lungo tutto il ciclo di vita, promuovendo servizi e opportunità sempre più a carattere relazionale in cui riconoscere, sostenere, promuovere e aiutare la famiglia». «La conciliazione tra la vita lavorativa e la vita familiare, oltre a contribuire alla riduzione delle disparità retributive di genere, possono costituire – aggiunge – un elemento chiave per l’occupazione sostenibile e una ripresa indotta del reddito nonché avere un impatto positivo sulla demografia e permettere alle persone di assumere le proprie responsabilità familiari. Promuovere quanto più è possibile la conciliazione dei tempi di vita con i tempi di lavoro ha l’obiettivo di facilitare la famiglia nella gestione di quanto deve affrontare nella conduzione del quotidiano, anche sul piano dei servizi e in tutti gli stadi di età dei suoi componenti, dai bambini ai giovani, agli anziani, alle famiglie numerose. Ecco perché la Regione vuole sostenere interventi che vadano a rafforzare le famiglie con l’intento di migliorare le condizioni delle stesse, incrementando le connessioni tra i diversi attori del territorio e generando capitale sociale». Il bando “Programmi locali dei tempi e degli orari” prevede la realizzazione di servizi-programmi locali per sostenere le famiglie e favorire la conciliazione tempi di vita e tempi di lavoro, con particolare riguardo alla informazione/formazione di quanto il proprio ambito-territorio di competenza mette a disposizione. Lo stanziamento è di 500.000 euro e i beneficiari sono Comuni o Unioni di comuni. Il bando “Programmi aziende family friendly e audit famiglia & lavoro” è rivolto alle aziende orientate a considerare la valorizzazione della famiglia nel proprio modello organizzativo. Lo stanziamento è di 1.000.000 euro e i beneficiari possono essere enti pubblici e aziende private.

Share This